Sono iniziati i lavori per la nuova pista ciclopedonale che attraverserà il parco Piani e il parco Ferrucci di Faenza, nell’area del Quartiere Centro Sud. Poco più di 150mila euro l’importo di aggiudicazione dei lavori. La pista consentirà un percorso protetto, lontano dalle auto, agli studenti che frequentano la Don Milani e intendono raggiungere la scuola in bici o a piedi. Sarà sfruttato anche dal piedibus. Secondo gli uffici comunali i lavori dovrebbero terminare nel mese di agosto, in tempo utile per l’inizio del nuovo anno scolastico.

Le critiche Fiab

Il progetto è stato assoggettato a critiche da parte della Fiab che, invece di una pista ciclopedonale in mezzo al parco, avrebbe preferito una pista ciclabile lungo via Corbari. L’associazione sostiene che in questo modo l’opera avrebbe contribuito a diminuire i parcheggi lungo la strada nella speranza di ridurre anche il transito delle auto che ogni mattina si accalcano in questo spazio per portare i bambini a scuola.

Il 7 luglio incontro pubblico di Potere al Popolo

Anche Potere al Popolo Faenza esprime “preoccupazione rispetto alla costruzione di una pista ciclabile nel parco pubblico Ferucci, già in esecuzione. Le foto evidenziano già ruspe e camion in azione e gravi danni alle radici degli alberi. Ed è solo l’inizio. La ciclabile oltre a ridurre la superficie di prato, passerà vicino alberi (anche alcuni centenari di pregio), danneggiandone inevitabilmente le radici. Nel programma elettorale delle ultime elezioni comunali il punto più importante era proprio conto lo sbancamento e le eccessive costruzioni spesso inutili e dannosi, ora gli sbancamenti avvengono nei parchi. Era davvero necessario costruire una ciclabile dentro al parco? Non c’erano alternative? Riscontriamo anche una grave mancanza di partecipazione e comunicazione. Le associazioni ambientaliste, il quartiere, la scuola non ne sapevano nulla. Il Pums, approvato a settembre 2021 dal Consiglio Comunale, prevede una ciclabile su Via Corbari-Montevecchi (tavola 4), non una ciclabile dentro al parco”.

“Noi pensiamo che le piste ciclabili vadano fatte prevalentemente su strada – prosegue Potere al Popolo -, preservando più possibile i parchi e la natura. Per parlare di questo, e di possibili alternative, Potere al Popolo ha indetto un incontro con i cittadini residenti il giorno 7 luglio alle ore 18.30 presso il parco Pietro Ferrucci. Sperando di essere numerosi per un dibattito utile e costruttivo”.