Dopo l’avvio dello scorso lunedì con il confronto tra lo scrittore Eraldo Affinati e la presidente del Centro di formazione Fomal Beatrice Draghetti, proseguono gli “Incontri d’Autunno” organizzati dall’Associazione Romagna Camaldoli in collaborazione con “Missio Faenza” e con il “Cinema Europa”. 

image006

Nell’ultimo libro scritto dal prof. Luigi Manconi, editorialista ed ex parlamentare della Repubblica, e da mons. Vincenzo Paglia, presidente della Pontificia Accademia per la vita abbiamo rintracciato un sincero desiderio di dialogo, praticato senza alcuna volontà di reciproche “conversioni”.

Il volume, intitolato “Il senso della vita. Conversazioni tra un religioso e un poco credente” (Einaudi 2021), affronta anche il rapporto tra “Diritto alla vita ed eutanasia”, un tema che sarà oggetto del secondo appuntamento degli Incontri d’Autunno in programma martedì 18 ottobre alle 20.45, nella Sala conferenze del complesso ex Salesiani (via San Giovanni Bosco 1 – Faenza).

Di questo libro si riportano due brevi stralci tratti dalle pagine 109-110:

Vincenzo Paglia: «A me pare una chiara contraddizione, quella di una società che da una parte allunga tecnicamente la vita e dall’altra ne favorisce politicamente la soppressione. ⦋…⦌ Non sarebbe più saggio ripensare il modo con cui sostenere l’accompagnamento delle persone nelle condizioni estreme e nel momento finale della vita? È singolare il silenzio assordante sul diritto a essere curati e accompagnati».

Luigi Manconi: «Io non richiamo un diritto all’eutanasia, come non parlo di diritto all’aborto. Il riferimento è, piuttosto, alla libertà negativa: la possibilità, cioè, di sottrarmi a un dolore non lenibile, a uno stato di coercizione, a una condizione coatta e a qualsiasi interferenza dello Stato tesa a impedire l’esercizio della mia volontà. Una scelta di autodeterminazione ⦋…⦌. È alla soggettività individuale che va riconosciuta la decisione ultima».

Nel corso della serata sarà possibile acquistare il libro.

Giorgio Gualdrini

ass. Romagna-Camaldoli