Secondo appuntamento, lunedì 11 luglio alle ore 21.15 in Piazza Nenni a Faenza, con l’edizione 2022 di Teatro Ragazzi nella Molinella, la rassegna di Teatro Masini Estate dedicata a tutti i bambini e le famiglie. Ad andare in scena sarà la compagnia La Baracca – Testoni Ragazzi con la pièce Sapore di sale. L’odissea di una sardina, uno spettacolo di teatro d’attore, d’ombre e video-proiezioni scritto, diretto e interpretato da Bruno Cappagli e Fabio Galanti.

Ogni anno le sardine compiono un viaggio incredibile da sud a nord, una spettacolare migrazione che le porta a dover affrontare ogni volta minacciosi predatori. Viaggiano insieme, unite in centinaia di enormi banchi scintillanti che durante il percorso creano spettacolari vortici argentati.

La forza e la tenacia con cui questi piccoli pesci decidono di compiere il loro viaggio e di far fronte ai pericoli, sono stati fonte di ispirazione per la creazione di questo spettacolo, che ha voluto portare

in scena il coraggio, la bellezza e la poesia che l’avventura del viaggio sa regalare.

Due pescivendoli, Gavino e Gilberto, in una delle tante mattine al mercato, mentre sistemano le loro cassette del pesce perdono una sardina che riesce a scappare dalle loro mani e a sparire nel mare. Gavino non può accettare di lasciarsi sfuggire uno dei suoi pesci. Decide così di inseguirla per catturarla di nuovo. Gilberto lo asseconda, spinto, però, dalla voglia di seguire la sardina nella sua avventura in mezzo al mare.

Inizia così un viaggio che si rivelerà avventuroso soprattutto per i due pescivendoli, che all’inseguimento della sardina si inabisseranno nel profondo blu del mare, tra i coralli e i pesci colorati, per poi prendere il volo e raggiungere terre calde come il deserto e luoghi misteriosi come la giungla, fino ad arrivare ai ghiacci del polo. Un inseguimento che si concluderà quando finalmente la sardina raggiungerà le altre compagne per danzare con loro.

Sapore Di Sale LaBaracca TestoniRagazzi 6

Biglietti: 5 euro; gratuità per bambini 0-3 anni

Prenotazioni telefoniche (0546 21306): dal lunedì al venerdì dalle ore 11 alle ore 13

Vendita online su Vivaticket

Nella sera di spettacolo la Biglietteria nel Voltone della Molinella aprirà un’ora prima dell’inizio della rappresentazione.

In caso di maltempo, lo spettacolo andrà in scena all’interno del Teatro Masini.

La Vedova allegra

Nella ricca programmazione di Teatro Masini Estate a Faenza arriva, mercoledì 13 luglio alle ore 21.15 in Piazza Nenni, l’Operetta! La compagnia Corrado Abbati porta in scena un classico del repertorio operettistico internazionale: La Vedova allegra, scritto da Victor Léon e Leo Stein e musicato da Franz Lehàr.

Nel 1861, il commediografo e librettista francese Henri Meilhac (lo stesso della Carmen di Bizet), scrisse un piacevole vaudeville che però divenne famosissimo solo molti anni dopo, nel 1905, grazie alla musica di Franz Lehár: era nata La Vedova Allegra.

“Non si offenda, ma questa non è musica”. Questa frase, dettata dallo stesso Lehár, apparve incisa sulle medaglie omaggio che la direzione del Teatro An der Wien offrì in occasione della trecentesima replica de La Vedova Allegra: una rivincita che il musicista volle concedersi nei confronti della direzione del teatro stesso e dei critici, che la sera della prima gli avevano rivolto quello scettico e non lungimirante apprezzamento. Ma forse avevano ragione. La Vedova Allegra non è musica, è molto di più: è una emozione, una esperienza sensitiva che si stampa a lungo nella memoria di chi l’ascolta.

La Vedova Allegra è un capolavoro di genuina ispirazione dove i protagonisti sono coinvolti in un vorticoso e divertente scambio di coppie, di promesse, di sospetti e di rivelazioni. Un parapiglia che, come è naturale che sia in una operetta, al termine si ricompone nel migliore dei
modi con il matrimonio fra la bella vedova Anna Glavari e l’aitante diplomatico Danilo. 

Così, nel finale, tutti cantano la celeberrima marcetta E’ scabroso le donne studiar!  in una Parigi elegante e spensierata, come elegante e spensierata vuole essere questa edizione de La Vedova Allegra, dove si va da Maxim (ancora oggi simbolo mondano-turistico parigino), si danno nomi capricciosi alle donnine che allietano le serate piccanti dei diplomatici, si cantano valzer pervasi da un erotismo scintillante, si ballano indemoniati can-can e si ama con assoluta gaiezza in una atmosfera spensierata e contagiosa che assimila attori e pubblico.

vedova 2022

Biglietti: 20 euro (posto unico)

Prevendite: martedì 12 e mercoledì 13 luglio dalle ore 10 alle ore 13 presso la biglietteria del Teatro Masini.

Prenotazioni telefoniche (0546 21306): dal lunedì al venerdì dalle ore 11 alle ore 13.